Rimedi naturali per bolle e vesciche ai piedi

Rimedi naturali per bolle e vesciche ai piedi: ovvero come far fronte a questo doloroso problema.

Bolle e vesciche possono comparire in qualsiasi momento, le responsabili sono le scarpe. Nuove? Non solo anche quelle vecchie e comode, quando son troppo usurate, rischiano di far insorgere dolorose vesciche.Rimedi naturali per bolle e vesciche ai piedi

Occhio alle scarpe:

  • non devono essere troppo strette

  • quelle nuove vanno imbottite di giornale per ammorbidirsi

  • attenzione che non ci siano cuciture sporgenti

  • quando si hanno i piedi gonfi o si deve camminare molto scegliere esclusivamente scarpe morbide e comode

  • scegliere scarpe con la punta arrotondata

Ricordo inoltre che ci sono degli appositi cuscinetti, in stoffa ed in gel per evitare fastidiosi sfregamenti.

I consigli:

  • scegliere calze in cotone specie se si usano scarponcini

  • riservare i tacchi alti alle occasioni molto speciali

  • se una scarpa è un numero più grande usare delle solette

  • applica dei cerotti o del nastro adesivo sulle zone critiche

  • tieni ammorbidite le parti soggette a sfregamento

  • proteggere le zone con ferite

Rimedi naturali per bolle e vesciche ai piedi

Ecco quali sono i rimedi naturali per attenuare il problema:Rimedi naturali per bolle e vesciche ai piedi

  • Pediluvi: a base di acqua, bicarbonato e camomilla, un ottimo modo per ammorbidire la pelle e lenire le irritazioni.

  • Aloe: da spalmare sulle vesciche per rinfrescare e lenire eventuali infiammazioni o cicatrizzare le ferite

  • Tea tree oil: ha un’azione antibatterica ma non va usato puro, si diluisce in un cucchiaio di olio evo o di mandorle dolci. In alternativa va bene anche dell’aglio schiacciato

  • Calendula: ottima per lenire le irritazioni

  • Latte: in aggiunta al miele ed all’olio evo si crea un impacco ideale per nutrire ed ammorbidire la pelle

  • Oleolito di iperico: ideale per calmare rossori ed irritazioni e per idratare la pelle

Evitare assolutamente di rompere bolle o vesciche con gli aghi per non dare origine a ferite infette.

Ti è piaciuto? Votalo!
[Totale: 0 Media: 0]

Autore: Elisa

Condividi l’articolo sui Social!!

Lascia un commento!!