Lubiana: cosa visitare nella città slovena

Lubiana: cosa visitareLubiana: cosa visitare? Se la vostra prossima meta per le vacanze è la Slovenia, dove puntare dritto al cuore.La Lubiana si presenta come un affascinante capitale nei pressi del fiume Ljubljanica e si rivela essere uno scrigno, fregiato in stile barocco e Art Nouveau, ricco di tesori architettonici, culturali, scientifico e non solo.

Si colgano visitandola le influenze che hanno ispirato le nazioni vicine (l’Austria, l’Ungheria, il nord-est dell’Italia e la Croazia) nella vita come nell’architettura (i tetti appuntiti delle case che s’ispirano alle costruzioni austriache).Il mese ideale per visitare la Lubiana è senza dubbio luglio perché è il mese più caldo, la temperatura sale a 39°C.

Lubiana: cosa visitare

Questo vi concederà di godervi la frescura offerta dal Parco Tivoli, un’enorme distesa di verde, ideale per il jogging, le passeggiate ed il relax. Da non perdere anche il Parco Zvezda.

Un altro monumento da non perdere è il Castello di Lubiana: un maniero medievale situato in cima ad una collina. Si suppone che possa esser stato costruito dai Celti ma è senz’altro servito da accampamento agli eserciti romani. Gli interni, visitabili, sono stati ristrutturati nel XVI e XVII secolo. La Torre panoramica fu edificata in un secondo tempo nel 1848. Dal 1905 il castello ospita tantissime manifestazioni culturali: mostre, concerti e spettacoli.

Di grande fascino è la Cattedrale di San Nicola che fu ricostruita in stile gotico, là dove ora potete visitarla, in seguito ad un incendio, del 1361, che distrusse la precedente chiesa. Un nuovo incendio comportò gravi danni a cui riparò l’architetto Andrea Pozzo tra il 1701 e 1706 infondendo all’architettura uno stile barocco. All’interno ammiriamo gli affreschi di Giulio Quaglio (1703- 1706 e 1721-1723).

Il Ponte dei Draghi, un nome evocativo per una costruzione risalente al 1900 realizzata da un architetto austriaco in stile Art Nouveau, ispirato dai draghi disposti sui suoi quattro angoli. La curiosità è che questo ponte è stato soprannominato “matrigna”. Il mercato è considerato uno dei luoghi di maggior confluenza nonché il punto centrale della città. E’ il luogo in cui tradizione e innovazione s’incontrano. Viene allestito alle prime ore del giorno e chiude verso le ore 18. Si può trovare di tutto in questo mercato: dal pane fragrante e speziato, alle candele di forme e colori particolari, miele, cosmetici, prodotti ortofrutticoli, fiori, utensili etc…

Fra i musei annoveriamo: il Museo municipale nel cui interno possiamo vedere una piccola riproduzione dell’antica città di Emona; il Museo Nazionale che espone sul tema preistorico-etnografico; il Museo di Arte Moderna dove si tiene, bisestilmente, un’importante Biennale Internazionale di Arti Grafiche.

Infine di grande attrattiva sono l’Orto Botanico con più di 4500 specie vegetali e lo Zoo situato nei pressi di una foresta naturale ed in cui si possono ammirare tantissime razze di animali.

Attira numerosi turisti anche il “Festival dei Teatri di Strada” che si svolge verso la fine di giugno, l’inzio di luglio: le strade e le piazze si trasformano in enormi palcoscenici in cui si esibiscono gli artisti di strada e gli attori. Dura pochi giorni ed è l’evento che segna l’inizio dell’estate.

Ti è piaciuto? Votalo!
[Totale: 0 Media: 0]

Autore: Elisa

Condividi l’articolo sui Social!!

Lascia un commento!!